lunedì 17 dicembre 2018
Il Frosinone riceve il Sassuolo e perde drammaticamente la partita. Drammaticamente perché, dice la vulgata scatenata sui social, il Leone sembra un gattino, non ha gioco, non ha le palle. Il pubblico del Frosinone, come tutti, vuole vincere ma soprattutto, realista e orgoglioso, vuole lottare. E quello che troppo spesso, dicono, non è successo in questo secondo campionato nella massima serie, è lottare con l’avversario anche se è evidentemente più forte. Un pubblico, sia chiarito una volta per tutte, che non è inferiore numericamente a quelli delle avversarie dirette. La media del pubblico casalingo del Frosinone in questo campionato è stata finora (secondo stadia postcards) di 13.206 persone. Superiore nettamente all’Empoli (10.411), al Chievo (12.734), al Sassuolo (12.799), sostanzialmente pari a quello della Spal (13.899). Vicino a quello di un capoluogo di regione, per non dire della nazione sarda come il Cagliari (15.177). Tra le provinciali solo l’Atalanta, che...
Il grande abbraccio di Francesco De Angelis alla sfera femminile del Pd, quella più agguerrita e impegnata e evidentemente in rapida ascesa, continua a oltranza. Quello che mostriamo, a Maria Paola D’Orazio (fresca componente del direttivo regionale, incarico al quale puntava senza infingimenti) e Barbara Di Rollo, rispettivamente consigliere comunali di Sora e Cassino, è emblematico di una strategia inclusiva che appare inarrestabile e, per ora, incontrastata. Entrambe sono importanti e agguerrite rappresentanti in due aree fondamentali nelle dinamiche politiche provinciali. Un discorso ancor più concreto se si considera che un'altra "amazzone", questa volta a Frosinone, potrebbe essere sempre più vicina a De Angelis (anche se recentemente aveva tentato o era stata tentata dalle sirene renziane), soprattutto dopo l'ingresso nella componente di Francesco del reggente provinciale Domenico Alfieri con il quale era stato notato un dialogo sempre più stretto: Alessandra Sardellitti. Della Cerquozzi si è già detto. Non c’è che...
Non è piaciuta per niente alla deputata leghista Francesca Gerardi la lettera 'di Natale' inviata ai parlamentari dal consigliere regionale forzista Pasquale Ciacciarelli. Egli è reo di aver richiamato l'attenzione degli onorevoli sui pericoli dell'ecotassa che colpirà l'acquisto delle auto immatricolate dal prossimo anno. Con un sarcastico post sul suo profilo social la coriacea deputata ha 'sculacciato' Ciacciarelli, invitandolo alle sedute delle commissioni parlamentari per verificare il lavoro di chi 'vuole abbassare le tasse ai cittadini' sempre che i suoi 'caffè itineranti e i suoi viaggi all' estero' glielo consentano. Praticamente una doccia 'scozzese' per Ciacciarelli. È sempre più guerra.
Prima del fatidico quattro marzo Francesca Cerquozzi non era nota all'ambiente politico provinciale. Dopo la sua candidatura, in extremis e a sorpresa, alla Camera dei Deputati per il Pd è stata conosciuta anche fuori dei confini della sua città, Veroli (dove è Consigliere comunale), quale esponente del partito con possibilità di crescere. Del resto una candidatura alla Camera non si ottiene per caso. Negli ultimi tempi ha cominciato ad assumere importanti incarichi politici per conto del partito, per esempio è il commissario del circolo di Anagni, dopo il disastro delle ultime elezioni amministrative. Un incarico, in sintesi, molto delicato. Evidente che la dirigenza provinciale conta sulle qualità politiche della giovane consigliera di Veroli. Ieri, nella riunione della direzione provinciale del Pd, è stata proposta da Francesco De Angelis nella Commissione provinciale per il Congresso e si sarebbe verificato un acceso confronto dialettico tra quest'ultimo e l'ex parlamentare Nazzareno Pilozzi,...
C’è preoccupazione per le ricadute dell’ecobonus sulle auto. Addirittura, secondo quanto riportato da alcuni quotidiani online questa mattina, la tassa ipotizzata dai pentastellati potrebbe far saltare il piano industriale di Fca per gli stabilimenti italiani e, dunque, anche per quello della provincia di Frosinone a Piedimonte San Germano. Questa possibilità è scritta in una lettera che – secondo Repubblica.it -  avrebbero scritto i vertici dell’azienda motoristica e  indirizzata al presidente del Consiglio Regionale del Piemonte. Questi aveva organizzato una seduta invitando Mike Manley e Pietro Gorlier a parlare delle prospettive di investimento nel torinese. I due manager però, dopo 48 ore di riflessione hanno  declinato l’invito e hanno descritto come la nuova disposizione in materia (bonus/malus) a vantaggio di auto ibride e svantaggio di quelle alimentate tradizionalmente potrebbe far saltare il piano d’investimenti della multinazionale in Italia.
Grandi manovre nel governo di Frosinone. A quanto si apprende nubi sempre più dense si accalcherebbero sulla carica di vice sindaco di Fabio Tagliaferri, rimasto senza copertura politica dopo le divergenze con il Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli e recentemente sceso in aperta polemica col sindaco Ottaviani. La richiesta di sostituzione del vice sindaco è arrivata ufficialmente dal medesimo e nutrito gruppo Polo Civico ma, per le male lingue, anche in questa dinamica ci sarebbe stata la "manina" di Ottaviani. Vero o no non si sono registrate difese da parte del sindaco per salvare il suo vice dalla fronda interna alla maggioranza. Per questo motivo, sempre secondo voci di corridoio ancora bisognose di conferma, Tagliaferri sarebbe stato a colloquio con la capessa di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. Le indiscrezioni descrivono un quadro secondo il quale Tagliaferri avrebbe anche tentato, ma senza successo, di procurare consensi interni alla maggioranza per...
Ieri sera nel ristorante presso il circolo “Il Casale” di Frosinone c’erano un’ottantina (pare 78) amministratori pubblici, provenienti da molti comuni, della provincia di Frosinone. Le notizie trapelate non sono tante ma l’importante è che Alfredo Pallone, cioè la personalità intorno alla quale tutte queste anime si sono ritrovate, avrà ancora una volta un certo peso alle prossime elezioni per il  rinnovo del Consiglio Provinciale. Sarà una lista civica quella che sarà presentata, dunque non afferente ad alcun partito, e la riunione di ieri sera sarebbe servita per tenere a battesimo questo organismo politico che avrebbe già il suo presidente nella figura di Ernesto Tersigni e un collegio direttivo composto da non meglio identificati rappresentanti. Sarebbero, a quanto si dice, consiglieri comunali di Cassino, Ceccano, Anagni, Frosinone e Pontecorvo. Diverse sarebbero state le sorprese sulle quali le bocche restano però cucite. Una per tutte quella dell'ex sindaco di Fiuggi Fabrizio...
Il Gran Ciambellano Mastrangeli era un gran professionista nel quale lo Zar aveva massima fiducia. Era, infatti, il ministro delle finanze dell’Impero, colui il quale aveva la facoltà di sollevare un indice al cospetto del sovrano per avanzare obiezioni sulle spese, oppure per calmierare determinate iniziative quando potevano apparire troppo fuori dagli schemi che il blasone rendeva d’obbligo. Era, per questo, sempre vigile onde capire per tempo quando lo Zar volesse fargliela cioè fare di testa sua senza passare dalla tagliola di quell’arbitro spietato. In quei giorni, però, il Gran Ciambellano cedeva l’attenzione all’unica delle sue debolezze: molto bene inserito nell’alta società dell’epoca egli, di tanto in tanto, doveva far fronte ai suoi impegni mondani e, per giunta, quelli di cui parliamo erano impegni con dame invidiabili per censo e beltà. Dunque la distrazione era di quelle assai coinvolgenti oltre che importante trattandosi di iniziativa benefica contro la violenza...