Certi amori non finisconooooo, fanno dei giri immensi e poi ritornano ecc. Pare, sembra, si dice, che il vate Antonello Venditti abbia colpito per l’ennesima volta. L’amore, appannato ma poi ritornato più bollente che pria, sarebbe secondo le solite malelingue quello tra Riccardo Del Brocco e Massimo Ruspandini. I due hanno una storia antica, la loro frequentazione politica made in Ceccano ha origine in tempi lontanissimi dall’attuale aureo seggio senatoriale di Max, ed era vera e propria amicizia allora. Poi successero tante cose, vari tiri e molla, e un allontanamento brusco e rovente. I due su fronti politici opposti e avversari persino nella loro cittadina alle ultime comunali. Però… però secondo le malelingue le attuali circostanze che vedrebbero protagonista Riccardo Del Brocco favorirebbero il riavvicinamento alle antiche amicizie che sono sempre quelle più sincere: tradito in casa Forza Italia (anche questa indiscrezione tutta da verificare) il vice coordinatore degli azzurri sarebbe in procinto (anche lui!!!) di abbandonare il partito del Cavaliere. Egli infatti secondo le malelingue sarebbe stato giubilato sulla via del coordinamento provinciale che, invece, premierebbe il sindaco di Pofi, Tommaso Ciccone (per gli amici Thomas il Moro). Il riavvicinamento col senatore Max già in corso, insomma, avrebbe favorito il dialogo per un passaggio del rampante Del Brocco tra le fila di Fratelli d’Italia. La cosa, sempre secondo i pettegoli, non sarebbe immediata ma il percorso si concluderebbe comunque prima delle Europee. Staremo a vedere se Antonello Venditti ha colpito ancora o se le malelingue sono delle pippe.