In merito alla notizia riportata circa il passaggio di due consiglieri comunali di maggioranza di Pofi nella Lega di Salvini, uno dei due, Damiano Ferraccioli, intende precisare: “Voglio sottolineare che sono un simpatizzante della prima ora di “Noi con Salvini”. Non c’è quindi nessuna adesione formale o tesseramento attuale al partito leghista. Da sempre posso affermare di condividere le idee di Salvini, prima ancora di candidarmi alla carica che ora ricopro, per cui mi è sembrato alquanto inopportuno l’aver rappresentato questa mia visione politica come una decisione nata nell’ultimo periodo sotto la regia e per iniziativa di persone che svolgono la loro azione partitica fuori del mio paese, in realtà cittadine dove è diverso il modo di concepire l’impegno politico e amministrativo. Non ho alcuna intenzione di contribuire alla costituzione di un gruppo consiliare diverso da quello in cui sono stato eletto, ovvero “Pofi Avanti”.Non ne vedo la necessità. Svolgo con soddisfazione il mio ruolo di consigliere comunale, con deleghe specifiche, in perfetta libertà e con il pieno supporto del sindaco e dei miei colleghi amministratori, rispettando così il mandato che gli elettori mi hanno conferito votandomi: di operare per il bene del mio paese in sintonia con il Sindaco (…)”. Ferraccioli tiene a sottolineare, in sintesi, che non  ha alcuna intenzione di mettere in difficoltà il sindaco e che lui non fa parte di nessuna operazione ordita a livello provinciale per mettere in difficoltà Ciccone. Ce lo appuntiamo ma nessuno ha mai asserito cose del genere. Nel nostro articolo c’era solo una considerazione che esplichiamo meglio: dati i rapporti non amorosi tra Lega e Forza Italia in provincia di Frosinone l’adesione alla Lega di due consiglieri di maggioranza che reggono il sindaco coordinatore provinciale di Forza Italia potrebbero diventare un problema. Questo in un mondo normale. A Pofi la politica, come bene spiega Ferraccioli, ha altre dinamiche. Ne prendiamo atto e, dato che ben due coordinatori provinciali di centrodestra sono di Pofi, oltre ad altri esponenti politici di riconoscibilità provinciale, assisteremo all’espansione del modo pofano di fare politica. Intanto sarà bene cominciare a comunicarlo al Vice Coordinatore provinciale della Lega, Domenico Fagiolo, che ha ufficialmente comunicato l’adesione di Ferraccioli alla Lega. Fagiolo si è sognato quell’adesione? A Pofi aderire significa qualche altra cosa? Non sappiamo, fatecelo sapere.