venerdì 3 Luglio 2020

I 19 NOTEVOLI DEL 2019

Ecco la lista delle personalità "Notevoli" che hanno agito in provincia di Frosinone o comunque hanno a che fare con il territorio della provincia di Frosinone e si sono fatte notare nei loro ambiti nel 2019. Alcuni di loro sono oggettivamente anche delle personalità illustri. Il 2019 ci sta lasciando. Auguri a tutti! GIANLUCA MASI Il famoso astrofisico ceccanese ha portato ancora un volta il nome d’Italia, prima ancora che del Lazio e della provincia di Frosinone, oltre i confini nazionali, anzi, oltre quelli terreni si potrebbe dire. Masi e la sua celeberrima creatura, il “Virtual Telescope” sono stati designati dalla NASA come partner per un evento più unico che raro: la celebrazione, il 5 ottobre scorso, del 50 anniversario della discesa dell’uomo sulla Luna. Guida senza avversari la classifica dei “Notevoli”. GIOVANNI TURRIZIANI Il giovane presidente di Unindustria Frosinone ha iniziato a interpretare il suo ruolo in senso ampio e intelligente. L’unico modo...
“Ti sento. Si, ti sento. Questa maledetta polvere nelle narici mi brucia ma io sono più forte di lei, non mi fermo, fosse l’ultima cosa che faccio. Perché vedo il mio uomo che non si ferma mai, che non dorme, non si siede, non si stende, non lo deluderò e non deluderò te. Ora lo chiamo e, vedrai, fuori dalla polvere maledetta, fuori, all’aria, a respirare. Io e te insieme, a respirare”. Ha regalato il respiro a un sacco di gente, Falco. E’ un pastore tedesco di otto anni. Uno di quelli che a scuola c’è andato quando ancora non si reggeva in piedi e ancora oggi studia, molto. Lo fa a Volpiano, nella scuola del Nucleo Cinofili dei Vigili del Fuoco, presso la Direzione della Regione Piemonte. E lo fa insieme a Stefano Palazzi, un Vigile del Fuoco di Supino che sta da quelle parti ormai da due anni....
Alfio Borghese, che tante personali ha organizzato presso la Villa di Frosinone oggi ha compiuto e inaugurato una "personalissima", un colpo da maestro e anche un coupe de theatre d'incontrovertibile creatività sentimentale. Alfio Borghese, una delle persone più gradevoli e intelligenti che conosca, arcinoto cultore d'arte e organizzatore di eventi notevoli nel campo, ha sposato questa mattina nella Villa Comunale di Frosinone, al cospetto di tanti amici ma soprattutto del "celebrante" Sindaco Ottaviani, Elena Sevi. Ella, Elena, è un'artista famosa e una persona dall'educazione, la gentilezza e la discrezione che non hanno eguali tra le mie conoscenze. In sintesi questa mattina hanno cucito la loro unione con il massimo dei suggelli due persone davvero apprezzabili e tutti noi non possiamo che essere lieti della loro felicità, perché è anche un po' la nostra. Auguri ad Elena e Alfio!
  Nuovo successo per l’astrofisico Ceccanese Gianluca Masi. Questa volta, più che attraverso il telescopio, il suo racconto del cielo passa attraverso la forma artistica della fotografia. Lo scorso ottobre, si ricorderà, la Nasa aveva chiesto allo scienziato ciociaro di poter annoverare i telescopi remoti del suo progetto Virtual Telescope quale partner strategico della prestigiosa iniziativa della “Notte Internazionale della Luna”. Questo perché il sistema messo a punto da Masi, unico la mondo, consente di trasmettere in tempo reale, via internet, le immagini raccolte dai suoi strumenti, con tanto di commento dal vivo, permettendo perciò a chiunque sul pianeta di partecipare da casa, tramite la rete, a queste vere e proprie crociere cosmiche. Ma il racconto del cielo dell’astrofisico Gianluca Masi passa anche attraverso il linguaggio dell’arte. Da sempre attivo nel campo della fotografia, che ha studiato e praticato in ogni suo aspetto, da tempo Masi ha avviato un suo personalissimo percorso,...
Accade con la certezza del sole che nasce l’indignazione dei ciociari per la loro rappresentazione caratteriale nell’alveo affabulato dello spettacolo. E’ successo con cadenza matematica anche per la partecipazione a un programma televisivo dichiaratamente trash com’è il Grande Fratello, questa volta con l’amplificazione di essere in versione “Vip”. L’aggravante è che il personaggio in questione, invenzione di un genio della televisione com’è Bonolis, è noto non per il suo nome battesimale ma per un identificativo che spiega molto esplicitamente l’arcano: “La Ciociara”. I connotati sono quelli dell’immaginario: il seno procace di una balia, i toni della pelle vagamente ambrati, gli occhi ampi e scuri, la vita stretta come modellata da un busto, i fianchi copiosi, le gambe tornite. E’ lo stereotipo della donna ciociara, quella dei grandi pittori ottocenteschi, quella dei grandi fotografi del primo novecento. Una bellezza canonica per i gusti di quei tempi che ha fatto delle...
Il popolo mormorava, era diviso. La pestilenza, benché fino ad allora si fosse rivelata clemente con l’Impero, aveva comunque turbato l’animo di molti e continuava a farlo poiché il pericolo era ancora palpabile e i cerusici non rassicuravano punto. Lo Zar che di popolo s’intendeva eccome, sempre intento ad elucubrare spinte sulle quali basare il consenso al quale teneva moltissimo, si era convinto che il progresso, malgrado in tanti della corte lo sconsigliassero (temendo di perdere quel po’ di privilegio che la sorte aveva loro donato), era il miglior percorso da seguire. Egli aveva sempre avuto nella mente per l’Impero una grandeur che quella parigina gli spicciava casa. Così, proprio quando vedeva gli entusiasmi della plebe spegnarsi, seppur lentamente, per il suo favore tirò fuori l’asso nella manica che da tempo aveva preparato. Forte di appartenenze agli stessi ordini cavallereschi, seppur la vita aveva poi divaricato le strade, lo...
C'è da rallegrarsi per l'ufficialità della notizia, diffusa oggi dal presidente Ennio De Vellis, circa la nomina di Loredana Rea alla direzione dell'Accademia delle Belle Arti di Frosinone. Di nuovo un professionista del territorio, dunque, per guidare la prestigiosissima istituzione frusinate dopo Luigi Fiorletta. Conosco Loredana dai primordi della sua attività. Forse sono stato uno dei suoi primi riferimenti professionali quando iniziò a scrivere le sue prime critiche d'arte su Ciociaria Oggi nei primi anni 90, quando ero responsabile delle pagine Cultura. Storica e critica d'arte contemporanea molto apprezzata ha poi centrato una serie di obiettivi che l'hanno portata alla docenza presso l'Accademia di Foggia e, al contempo, alla collaborazione con prestigiose testate settoriali e non, oltre ad ottenere collaborazioni presso altre importanti istituzioni in campo artistico. La sua esperienza, prima di tornare a Frosinone, è stata dunque corroborata da una visione aperta di quanto accade fuori dall'ambiente locale. Dopo la...
Ci vogliono più di dieci milioni di euro per comprare il complesso residenziale che fu di Carlo Ludovico Bragaglia a Capri. Fu lui a far costruire quelle ville nel parco, con piscina, giardini, orto e dipendenze, campo da tennis e da bocce. Quella casa, dov'è ancora intonsa la stanza che regolarmente ospitava il Principe De Curtis, cioè Totò, è ancora com'è stata lasciata nei tempi di quell'epopea cinematografica, arredi principeschi compresi. Tra gli ospiti nella villa vi furono altri attori diretti da Bragaglia, tra i quali i fratelli Eduardo, Titina e Peppino De Filippo, Vittorio De Sica e Aldo Fabrizi. Totò vi trascorse lunghi periodi: si narra anche che, quando veniva disturbato dagli schiamazzi dei ragazzi durante le pennichelle pomeridiane, fosse solito lanciare catinelle d’acqua dalla finestra.  A diffondere la notizia è stata la "Lionard Luxury Real Estate" di Firenze che l’ha messa in vendita. I numeri e i dettagli parlano da...
Due motivi d'interesse per assistere allo spettacolo teatrale che si è tenuto sul palco del Nestor di Frosinone "Dio arriverà all'alba", inspirato dalla figura di Alda Merini e a lei dedicato in occasione del decennale della scomparsa della grande poetessa. Il primo dei motivi: L'opera scritta e diretta da Antonio Nobili è di ottimo livello e lascia ben sperare per la drammaturgia italiana, nonostante la durata non breve non ha momenti di cali di tensione e motivi di attenzione, la recitazione degli attori e in particolare della protagonista arriva a momenti memorabili. Il secondo: Antonio Nobili è un attore, regista, autore e poeta di Torrice, un paesino praticamente attaccato al capoluogo ciociaro. L'emozione che ha dimostrato a  far vedere ai propri conterranei cosa è stato capace di diventare, com'è noto, non ha prezzo per nessuno. Toccante il ringraziamento al suo primo maestro, Amedeo Di Sora. Coinvolgente la risposta caldissima...
Sperimentazione Alta Velocità. Una snodo che vedrà il passaggio per qualche tempo di un paio di treni al giorno e poi si vedrà. L'Ad di Ferrovie dello Stato, Battisti, ha detto: "Abbiamo investito nel Lazio nella parte infrastrutturale circa un milione di euro. Nel Lazio ci sono quattro grandi siti produttivi e si tratta di un volano dal punto di vista occupazionale e industriale. Nel Lazio, entro il 2023, investiremo circa 18 miliardi. Ci saranno 72 nuovi treni. A breve ci sarà l'inaugurazione dei lavori della nuova stazione di Frosinone. 35 minuti per Napoli, 25 per Roma. La Ciociaria sarà collegata a due ore e mezzo con Bari. Cambia l'assetto logistico della provincia, Vuol dire attivare una nuova forma di pendolarismo e la crescita dei valori immobiliari. Già dall'estate funzioneranno i nuovi treni. Ci sarà un indubbio vantaggio anche dal punto di vista turistico. Il Presidente Zingaretti ha voluto sottolineare...

ULTIMI ARTICOLI

SAF – Unità spaventosa. Migliorelli e Cda sugli scudi. Solo la...

L'Assemblea della Saf ha approvato tutto, compresa la conferma del presidente Migliorelli e del Cda, alla maniera bulgara. Sarà la suggestione delle luci da...