Ecco la lista delle personalità “Notevoli” che hanno agito in provincia di Frosinone o comunque hanno a che fare con il territorio della provincia di Frosinone e si sono fatte notare nei loro ambiti nel 2019. Alcuni di loro sono oggettivamente anche delle personalità illustri.

Il 2019 ci sta lasciando. Auguri a tutti!

GIANLUCA MASI

Il famoso astrofisico ceccanese ha portato ancora un volta il nome d’Italia, prima ancora che del Lazio e della provincia di Frosinone, oltre i confini nazionali, anzi, oltre quelli terreni si potrebbe dire. Masi e la sua celeberrima creatura, il “Virtual Telescope” sono stati designati dalla NASA come partner per un evento più unico che raro: la celebrazione, il 5 ottobre scorso, del 50 anniversario della discesa dell’uomo sulla Luna. Guida senza avversari la classifica dei “Notevoli”.

GIOVANNI TURRIZIANI

Il giovane presidente di Unindustria Frosinone ha iniziato a interpretare il suo ruolo in senso ampio e intelligente. L’unico modo di agire che renda di rilevanza e utilità pubblica il massimo rappresentante di un’associazione di categoria: uscire dallo sciocco corporativismo. Il 2019 lo ha visto come promotore di molte iniziative. La principale, che farà storia anche se non dovesse giungere a compimento (e Dio voglia, invece, aiutarci e realizzala) è la città capoluogo allargata, sotto la forma di unione o qualsiasi altra, è l’unica idea forte e valida di politica territoriale che è stata messa in campo da un paio di decenni a  questa parte in grado di dare una vera spinta al territorio. I sindaci che vogliono restare attaccati al loro orticello fatto di piccoli appaltucci e micropoteri senza speranza possono affossarla ma il futuro non è fatto per piccole menti.

AMEDEO DI SORA

Una vita dedicata al teatro, alle lettere, alla poesia. Amedeo Di Sora ha avuto nella coda di questo 2019 la soddisfazione enorme (e noi con lui) di vincere  il Tredicesimo Premio Nazionale “Città di Fabriano” per la sezione Poesia, con la raccolta “Tracce di mare” (Ed. Ensemble, 2015). Soprattutto ha sbaragliato due mostri sacri che erano con lui nella terna finalista:
Renato Minore e Giancarlo Pontiggia. Notevolissimo!

CLAUDIO PAGLIARA

Inarrestabile la carriera del giornalista Rai frusinate. Dopo le corrispondenze dalla guerra del Golfio, dagli States, da Parigi, da Gerusalemme e da Pechino quest’anno è stato rimandato negli Stati Uniti, questa volta a New York per iniziare una nuova impresa targata Rai. Davvero notevole!

FRANCESCO DE ANGELIS

La ristrutturazione del palazzo dove ha portato il Consorzio di Sviluppo Industriale di Frosinone è stata un successo. Il palazzetto ai margini del centro storico di Frosinone riportato allo splendore conferisce senz’altro un regalo anche all’estetica di una città che ne ha estremo bisogno. Francesco De Angelis inoltre è riuscito a fare dell’inaugurazione della sede del Consorzio un momento rappresentativo non solo della politica (che è il suo campo di battaglia da sempre) ma di tutti gli stakeholder territoriali. Apparso al fianco del presidente Zingaretti, inoltre, ha fatto ricordare che è lui il plenipotenziario di tutta la gestione delle aree industriali del Lazio in qualità di commissario regionale, un incarico che vale (quale punto strategico e di potere) ben più di un assessorato regionale. Continua a governare la politica locale (non solo quella del centrosinistra in qualche caso). Per quanto riguarda il tanto chiacchierato congresso del Pd si sta superando: farà eleggere il suo candidato Luca Fantini facendolo candidare da altri. Lui si erge al di sopra delle parti e delle correnti (come vorrebbe Zingaretti). C’è chi dice di averlo visto camminare sulle acque.

LUCA MELGRATI

Il  patron della Sogo, una fabbrica nata nell’area industriale di Frosinone mezzo secolo esatto fa, ai tempi della prima industrializzazione, è uno che sorride e guarda avanti. Ha investito nello stabilimento ciociaro del settore automotive per rinnovarlo e rilanciarlo in un periodo certamente non facile sia per il settore sia per il mondo del lavoro ciociaro. Se la Sogo è nata, vissuta e soprattutto cresciuta nei trascorsi 50 anni non è per caso ma per grande capacità di chi l’ha condotta in tutti questi anni e anche, un pochino, per una buona stella che ha brillato nell’industria ciociara. Melgrati quella stella ce l’ha nel cuore e ci ha puntato ancora una volta sopra. Non è da tutti, forza Sogo!

MAURO BUSCHINI

Il 2019 per lui è stato un grande anno. Nella primavera è diventato il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio. E’ indubbiamente notevole.

ANTONIO NOBILI

E’ stato definito da La Nazione  “l’enfant prodige” del teatro italiano. Il commediografo, poeta e regista Antonio Nobili, di Torrice (Fr),  trova nel decennale della scomparsa di Alda Merini un momento d’oro. La piece “Dio arriverà all’alba” è un successo e fa sold out in tutti i teatri italiani. Tra i “Notevoli”, questo poliedrico animale teatrale è certamente quello che sta accelerando di più.

RICCARDO MASTRANGELI

Il ministro dell’Economia del Comune di Frosinone, già Onorevole in tenerissima età, silenziosamente verso la candidatura a sindaco del Capoluogo quale successore dello Zar Nicola Ottaviani, è sempre più lanciato in quello che una volta si chiamava il Jet Set internazionale. Reduce dalla prima, storica, riunione dei potentissimi Cavalieri di Malta a Frosinone dopo essere stato ritratto per tutta l’estate dalla stampa scandalistica in compagnia di avvenenti matrone più o meno romane, è stato tra i mille riuniti a Washington D.C. per l’esclusivissima cena annuale del NIAF. Trattasi dell’associazione degli italo-americani più importante (e potente) degli States. La rappresentanza di circa 20 milioni di italo-americani, tra i quali numerosissimi sono personalità tra le più importanti del nuovo continente, conferisce al NIAF il grado primario, per esempio, di interlocutore della Casa Bianca. Mastrangeli, insomma, è notevolissimo.

SAMUELE CERRO

E’ il nuovo campione italiano di Salto Triplo il giovane Samuele Cerro di Pontecorvo. La sua impresa è notevole. Nella sua città è giustamente celebrato come un orgoglio locale. In verità lo è per tutta la regione.

KEVIN DI VOZZO

Notevole davvero il percorso dell’altro astro nascente pontecorvese, Kevin Di Vozzo che è diventato campione europeo di Laido nella categoria Mudan. Un’ascesa rapidissima se si considera che pratica questa difficile disciplina solo da un anno e mezzo.

LUIGI VACANA

E’ diventato il vice presidente della Provincia di Frosinone partendo dal Consiglio comunale di un paesino com’è Gallinaro. Vuol dire che ha saputo farsi apprezzare molto. Infatti ha raccolto una messe di voti davvero considerevole, tra l’altro senza un partito di riferimento. A Vacana il merito di aver saputo riportare delle attività di spettacolo di qualità nei centri della provincia di Frosinone. Questo lo hanno notato in molti.

BARBARA DI ROLLO

E’ risultata, nel mare tempestoso della politica cassinate, un punto di riferimento. Lo deve anche (non solo) all’esperienza accumulata nel corso degli anni e che l’ha vista, giovanissima, cimentarsi in competizioni difficili. Da quest’anno, presidente del Consiglio della Città Martire, è difficile non considerarla la signora della politica cassinate.

ELEONORA MATTIA

La consigliera regionale di Valmontone, presidente dell’importantissima IX Commissione (lavoro, formazione, istruzione ecc.) si sta distinguendo quale rappresentante del comprensorio sud della provincia romana e ha il gran merito di essere in stretto contatto col nord della Ciociaria. Notevolissima (solo per fare un esempio) la tre giorni per i prodotti eno-gastronomici del Lazio (e non solo) che ha promosso nello splendido palazzo Doria – Panphilij. Valmontone si è candidata a fulcro della promozione delle produzioni di eccellenza regionali. Quando si dice parlare poco e agire tanto. Davvero notevole!

VINCENZO IACOVISSI

E’ stato designato alla vice segreteria nazionale del Psi. E’ giovanissimo e notevole.

LUIGI COMPAGNONI

L’architetto e politico ceccanese, da solo, grazie a una piccola associazione della sua cittadina è riuscito a fare entrare la Ciociaria e i suoi tratturi nel patrimonio Unesco insieme ad altri percorsi della transumanza. Meritevolissimo e Notevolissimo.

VALENTINA CALCAGNI

E’ renziana senza  mezzi termini e ha ereditato lo scettro provinciale del nuovo partito Italia Viva per discendenza “naturale”. La Calcagni si è trovata dunque alla guida di un partito che sta facendo anche proseliti, ha aperto già una decina di comitati cittadini e, con buone possibilità, può eleggere anche qualche… quota rosa.

SAMUEL BATTAGLINI

Anche se è giovanissimo ha esperienza da vendere. Lasciata Forza Italia subito prima della catastrofe Battaglini è approdato in Fratelli d’Italia sotto l’ala del senatore Massimo Ruspandini e ha iniziato a fare proseliti, cosa che gli è sempre riuscita piuttosto bene. Il 2019 è stato per lui un anno notevole perché, fuori dalla gabbia forzista, ha iniziato a vedere spazio davanti a sé.

ALESSANDRA SARDELLITTI

Fino alle scorse elezioni comunali di Frosinone del 2017 non c’era traccia della vita politica di Alessandra Sardellitti. In 48 mesi è diventata consigliere comunale del Capoluogo e, subito dopo, provinciale. E’ stata lei a rappresentare la Provincia di Frosinone alla  visita cassinate del Presidente della Repubblica. Non basta, ora, dopo l’addio al Pd di Germano Caperna è il principale riferimento del Presidente Antonio Pompeo e la rappresentante del gruppo Pd alla Provincia. Non sembra strano che aspiri addirittura a una candidatura a sindaco nel Capoluogo (che tutti avversano). Per lei il 2019 è stato un anno  in continua ascesa. E poi è pur sempre una… quota rosa!