Le frontiere della comunicazione sono ormai infinite (quelle del giornalismo anche, ma devono essere cosa diversa dalla comunicazione). Pura e ben fatta comunicazione, dunque, quella di Marino Fardelli che ospita sul suo profilo facebook, grazie ai potentissimi mezzi del social, interessanti confronti tra personalità della politica (con rare eccezioni).

Ieri sera davvero interessante quello tra il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Gian Paolo Manzella, il presidente dell’Asi e commissario del superconsorzio industriale del Lazio Francesco De Angelis, l’imprenditore Francesco Borgomeo e la comparsata al momento giusto del sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco. I maggiori conoscitori della situazione capiranno immediatamente che non si tratta di nomi tirati giù a caso e che questa puntata di “dopocenasocial” (così Fardelli ha chiamato la serie di confronti che organizza su FB) è stata studiata meticolosamente. Fardelli, infatti, ha confezionato un confronto perfetto tra personalità che si facevano piacere a vicenda e la puntata doveva arrivare a un risultato preciso: ricollocare De Angelis al centro della scena anche cassinate (dopo i recenti trambusti legati a cene, incontri e polemiche su AV) e offrirgli l’opportunità, insieme ad altri personaggi di sicura credibilità e prestigio, di affermare il percorso positivo del superconsorzio, le potentissime funzioni innovative che avrà e, soprattutto, che partirà a settembre prossimo e questa è una notizia. Il tutto condito con carezze al Cosilam (sta facendo cose egregie) e con “tranquilli arriva il casello autostradale a Roccasecca, ve lo dico io, me lo hanno anno fatto capire questa mattina alla Regione (non due a caso, il vicepresidente Leodori e il plenipotenziario di Zingaretti ovvero il suo capo ufficio di Gabinetto Albino Ruberti).

De Angelis che annuncia il possibile arrivo del casello a Roccasecca e (implicitamente) basta co ‘ste polemiche sulla stazione dell’Alta Velocità perché il campione della rinascita industriale del polo roccaseccano (Borgomeo) è qui ed è contento, lo vedete? Sta la anche il sindaco di Roccasecca, Giuseppe Sacco, che certo non è della stessa squadra di De Angelis e non è un tenerone (la sua battaglia sull’ambiente è strenua da anni) ma come si fa a non essere contenti di un casello autostradale col nome del tuo paese? Il tutto sotto gli occhi e le parole di uno bravo, il sottosegretario Gian Paolo Manzella, già assessore allo Sviluppo Economico del Lazio e, guarda caso, padre putativo del superconsorzio di Francesco De Angelis (bravissimo a esporre tutto quello che doveva, ormai è un fuoriclasse). Tutto perfetto caro Fardelli. Ottimo comunicatore.