Ieri sera nel ristorante presso il circolo “Il Casale” di Frosinone c’erano un’ottantina (pare 78) amministratori pubblici, provenienti da molti comuni, della provincia di Frosinone. Le notizie trapelate non sono tante ma l’importante è che Alfredo Pallone, cioè la personalità intorno alla quale tutte queste anime si sono ritrovate, avrà ancora una volta un certo peso alle prossime elezioni per il  rinnovo del Consiglio Provinciale. Sarà una lista civica quella che sarà presentata, dunque non afferente ad alcun partito, e la riunione di ieri sera sarebbe servita per tenere a battesimo questo organismo politico che avrebbe già il suo presidente nella figura di Ernesto Tersigni e un collegio direttivo composto da non meglio identificati rappresentanti. Sarebbero, a quanto si dice, consiglieri comunali di Cassino, Ceccano, Anagni, Frosinone e Pontecorvo. Diverse sarebbero state le sorprese sulle quali le bocche restano però cucite. Una per tutte quella dell’ex sindaco di Fiuggi Fabrizio Martini. Pallone avrebbe riunito questi amministratori per gli Auguri di Natale ma è evidente che l’incontro aveva anche lo scopo si serrare le fila e recepire alcuni messaggi. Quello fondamentale, e se le cose sono andate come recitano le indiscrezioni si tratterebbe di un interessante dato politico, è che questa formazione politica, composta da gente che “non ha saltato il fosso” dopo le vicissitudini del partito di riferimento dell’On. Pallone, abbia come unico emblema attuale quello della sobrietà e della concretezza nell’amministrazione. Inoltre, per quanto attiene la collocazione nello scacchiere delle alleanze, il concetto udito è: “quando la cosiddetta politica farà chiarezza decideremo da che parte stare e lo faremo tutti insieme”. Per una volta non vedo come dar loro torto, quando non esistono più poli, non si conoscono le alleanze, si profilano scissioni e le coalizioni litigano ogni giorno.